Home / Carte invincibili / Giara dell’avarizia
giara dell'avarizia

Giara dell’avarizia

Questo articolo parlerà della giara dell’avarizia, polivalente carta uscente sia comune da svariati deck che super da energia elementale e ultra da rivelazione oscura volume 4.

1. Si tratta di una carta magia comune che, al giorno d’oggi, si trova in numerosi mazzi da meta. Il suo effetto dice che possiamo scegliere 5 mostri dal cimitero e rimetterli nel deck. Dopo aver mischiato, peschiamo 2 carte. L’effetto è semplice, ma i suoi utilizzi sono molteplici, tant’è vero che molti differenti mazzi sfruttano questa carta.

2. Prima di dilungarci sugli utilizzi della carta, soffermiamoci sulle condizioni di attivazione, perchè anche se è vero che la giara dell’avarizia ha un effetto semplice, non sempre è possibile attivarla. Prima di tutto, dobbiamo considerare che la carta può essere giocata solo nel nostro turno, ma questo è ovvio visto che si tratta di una magia normale. Altra cosa da tenere a mente, e qui molti sbagliano, è che l’effetto di rimettere 5 mostri nel deck non è facoltativo, tanto meno è un costo. Mi spiego meglio: se non abbiamo ALMENO 5 mostri al cimitero la giara non sarà attivabile, non è possibile ignorare questo effetto o mettere meno di 5 mostri nel deck, ad esempio 3 o 4 carte mostro, quindi i mostri DEVONO essere 5, non uno di più né uno di meno! Per quanto riguarda il fatto che l’effetto della giara non è un costo, seguite questa mia spiegazione: molte carte, come fulmine boltex, controllo della mente, confisca e molte altre richiedono un costo d’attivazione; senza pagare quel costo la carta non si considera nemmeno attiva, pertanto se giochiamo una di quelle carte e l’avversario nega quell’effetto , il costo pagato sarà perduto, in quanto va prima pagata l’attivazione e poi attivato l’effetto. Molti potrebbero pensare che mettere 5 mostri nel deck sia un costo, poiché questa parte è scritta prima del secondo effetto. In realtà non si tratta di un costo, e se la giara viene annullata, i mostri NON raggiungeranno il deck, e ovviamente non pescheremo alcunchè.

3. A causa della limitazione dei 5 mostri, la giara può essere un’arma a doppio taglio. Se viene pescata a partita inoltrata, questa carta dà un aiuto notevole, in quanto si tratta di un +1 (usiamo 1 carta per pescarne 2), e le carte pescate potrebbero essere molto utili. Tuttavia la giara, specialmente se giocata in più copie, potrebbe salire alla mano troppo in fretta, ad esempio al primo a al secondo turno, e noi ci troveremmo con una carta inutilizzabile in mano, anche perchè dovremo aspettare che al cimitero ci finiscano 5 mostri.

4. Nonostante ciò la giara rimane un’ottima carta, per di più comune, che può permetterci di rigiocare più volte le carte migliori di un mazzo. Risulta particolarmente utile nei deck che synchronizzano con molta facilità, come ad esempio quickdraw oppure nel mek per riciclare i congegni usati. Va però evitata come la peste in quei deck che sfruttano i mostri al cimitero come zombie vari, twilight, alanera e hopeless.

Pregi: forte ed economica; ottimo peschino; permette di riutilizzare gli stessi mostri.

Difetti: se pescata di primo turno è inutile; limitata dal suo effetto.

Ottima con: materiale da synchronizzazione, mostri utili da ripescare quali monarchi e vari.

Tipologie di deck: mek control, mek antimeta, quickdraw, synchro-deck.

Ecco una carta da poco uscita nei negozi; questa carta oltre ad “impaurire” l’avversario con la sua visione permetterà al suo controllore il privilegio di rimettere 5 mostri dal vostro cimitero al mazzo, mischiare e pescare, infine 2 carte, che potranno anche essere le stesse recuperate. I suoi effetti sono ottimi per i duellanti che utilizzano Exodia il proibito, andando a sostituire l’Anfora dell’ avidità. Esiste però un inconveniente: se ci capita in mano all’inizio del duello non la potremo utilizzare visto che non disporremo dei 5 mostri da far ritornare. Abbinatela a Scelta dolorosa, così dopo aver mandato 4 carte al cimitero dal mazzo ve ne mancherà solo più una!

Molte delle carte magia ci salvano dalla sconfitta sicura, una di queste è la carta magia normale Giara dell’avarizia. Questa carta ha un effetto bellissimo, anzi perfetto! La giara dell’avarizia deve essere attivata durante il turno del giocatore essendo una carta magia normale che deve essere attivata dalla mano. Questa carta permette al giocatore, ossia al controllore della carta, di scegliere 5 carte mostro dal suo cimitero ed aggiungerle nel deck e mischiarlo, dopodiché il giocatore pesca 2 carte dal suo deck. Non è buona, ma ottima, l’effetto è innescato; l’effetto non può essere attivato se non ci sono abbastanza mostri nel cimitero del giocatore e quindi non può attivarla. L’effetto della carta giara dell’avarizia può essere facilmente negato da carte come necrovalle o fine di anubis che negano gli effetti delle carte che bersagliano i cimiteri dei giocatori. Il giocatore può usare magia in serie per ottenere lo stesso effetto della giara scartando una carta dalla propria mano, ma bisogna avere altri 5 mostri dal proprio cimitero. La giara dell’avarizia è molto utile, perché si possono recuperare mostri anch’essi utili per la partita, quali, mago della fede, sangan, signora guerriera D. D., forza esiliata, breaker il guerriero magico, ecc..

Il disegno della giara dell’avarizia, assomiglia molto alla vecchia carta anfora dell’avidità, che ci ha abbandonato ai tornei ufficiali subito dopo la prima lista di carte bandite dalla upper deck enternaiment; subito dopo l’anfora è stata sostituita dalla carta magia carità graziosa, che anch’essa faceva pescare carte dal deck, poi è stata aggiunta poco dopo la giara dell’avarizia. Queste 2carte giara e carità giocate insieme permettono al giocatore di controllare meglio la partita con più carte in mano e quindi di assumere il controllo del campo di battaglia. La giara può essere giocata più volte grazie al mago apprendista, che con il suo effetto che quando viene distrutta in seguito ad una battaglia al cimitero permette di scegliere un mostro incantatore di livello 2 o inferiore dal deck del giocatore e di evocarlo tramite evocazione speciale coperto in posizione di difesa, quindi scegliamo il mago della fede, di conseguenza scegliamo come carta magia giara dell’avarizia. Quando il mago della fede viene mandato al cimitero attiviamo la giara e quindi inseriamo nel deck mago della fede, mago apprendista e le altre carte mostro; e inziamo di nuovo il processo di prima pescando sempre, sfoltendo il proprio deck; facendo attenzione a non diminuire troppo le carte nel mazzo e di non farlo arrivare a zero, in questo caso si viene dichiarati sconfitti.

La giara dell’avarizia è molto costosa, all’inizio nessuno n’era in possesso, ma poi quando è uscito il nuovo mazzo dove costa di meno; tutti hanno sfruttato l’occasione per acquistare la giara dell’avarizia. La giara la potete trovare nella serie EEN energia elementare, in versione super rara, nella serie bustine dei campioni, stampata in versione rara ed infine nel mazzo Rivolta delle macchine, ristampata comune. Ragazzi come avete ben letto la giara dell’avarizia non può mancare nel vostro amato deck.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *